RICERCA APPLICATA ED INGEGNERIA: LA MODELLISTICA NUMERICA E DIGITALE PER LA PROTEZIONE E LA VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI

RICERCA APPLICATA ED INGEGNERIA: LA MODELLISTICA NUMERICA E DIGITALE PER LA PROTEZIONE E LA VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI


REFERENTE: Marialuisa Mongelli e-mail:

EDIFICIO: FTU  Sala Convertitori(visualizza la mappa)

In questi ultimi anni sono state messe a punto per la protezione e la valorizzazione dei beni culturali una serie di tecnologie informatiche, strumentazioni, risorse hardware e software in supporto alle sperimentazioni in campo ed in laboratorio, che favoriscono un’integrazione sempre più diretta ed efficace tra misure e modelli numerici: dalle ricostruzioni 3D ottenute dalle immagini digitali all’analisi agli elementi finiti,  in supporto alla diagnostica, ai sistemi di monitoraggio, alla sensoristica con l’obiettivo di calibrare in modo speditivo le simulazioni preliminari, riducendo le discrepanze tra risultato misurato e quello numerico. 
Grazie all’infrastruttura di calcolo CRESCO6 del laboratorio “Calcolo Scientifico ad Alte prestazioni” della Divisione  ICT del Dipartimento di Tecnologie Energetiche dell’ENEA, in grado di erogare una potenza computazionale di circa 700 TeraFLOPS, che si affiancano ai 125 TeraFLOPS dei  supercalcolatori CRESCO4 e CRESCO5, è possibile via Internet da remoto accedere ai codici per il calcolo strutturale, per le restituzioni 3D dalle immagini digitali e mediante un’architettura, denominata E3S (Enea data Staging, Sharing e Storage), fruire da remoto in tempo reale dei i file grezzi delle misure sperimentali, facilitando le successive fasi di elaborazione, gestione e archiviazione di dati, immagini e documenti resi disponibili agli utenti interessati, previa autorizzazione, nel “Repository cloud storage” dell’infrastruttura digitale dell’ENEA.
La collaborazione tra l’ ENEA e la società Exemplar s.r.l., che  opera nel settore delle Società ad Alto contenuto Innovativo, nel campo della Simulazione Virtuale, mediante lo sviluppo software di alcuni tool verticali e la vendita dei prodotti per il PIDO e il CAE delle principali case Software internazionali del settore, fornisce:
• Servizi ad alto valore aggiunto
• Formazione su strumenti e su metodologie proposte e sviluppate per il Cliente
• Sviluppi software dedicati
Tale collaborazione, in atto da diversi anni, si propone di  mantenere aperto nel tempo un canale di ascolto con gli esponenti della Comunità che opera nel settore del patrimonio culturale per :
- favorire la ricezione di esigenze di ricerca, specifiche della comunità di esperti;
- favorire il trasferimento tecnologico;
- individuare le attuali tendenze di ricerca peculiari del settore e le prospettive future;
- rafforzare la capacità di fare rete (networking),  promuovendo la collaborazione in attività di ricerca (anche in partenariato per progetti europei) e in attività di formazione (tesi di laurea, tirocini, stage).