TOUR N. 4 - Energia/Radioprotezione

TOUR N. 4 - Energia/Radioprotezione


PUBBLICO GENERICO - DURATA TOUR: 1h e 30 minuti POSTI:  25
ORARI: 16:00 – 17:30  17:30 – 19:00  19:30 – 21:00  21:00 – 22:30

ENERGIE RINNOVABILI SOLARE - Laboratorio qualificazione componenti solari : ORARIO VISITE: ore 16:00 e ore 17:30

ATTENZIONE PER I MAGGIORENNI LA REGISTRAZIONE E' OBBLIGATORIA

I processi termochimici e la bioenergia: Visita al parco tecnologico di Trisaia

La bioenergia è l’energia prodotta dalle biomasse. A differenza dell’energia prodotta utilizzando fonti fossili (carbone, gas naturale e petrolio), essa è accompagnata da emissione zero di CO2, il gas maggiormente responsabile dei cambiamenti climatici e del surriscaldamento globale.

Il processo più antico per la produzione di energia da biomasse, a tutti noto e familiare, è la combustione della legna per produrre calore. Ma bruciare biomassa non è l’unico modo per produrre energia; esistono anche altre modalità che ne permettono un uso più efficiente e versatile. Tra i processi più promettenti vi sono quelli termochimici della gassificazione e della pirolisi. Questi processi oltre al calore consentono di produrre “energie più nobili” quali: l’energia elettrica e l’energia chimica (es. Sostituto del gas naturale (GN), idrogeno (H2), metanolo, dimetiletere, benzine e diesel, Bio-Olio).

I visitatori che parteciperanno a questo tour saranno accompagnati attraverso un percorso che, in modo semplice e leggero, illustrerà soluzioni e tecnologie che partendo da biomasse di varia origine, di scarto o residuale (es. scarti della lavorazione del legno, residui di potatura, materiale dalla gestione di boschi e foreste) permettono di produrre energia a bassa emissione di CO2, utili al contenimento dei cambiamenti climatici.

ENERGIE RINNOVABILI: SOLARE

Energia solare: la «prima» fonte rinnovabile

(Laboratorio qualificazione componenti solari)

L'energia solare è la principale fonte rinnovabile e può essere sfruttata direttamente per produrre sia energia elettrica che termica sia per il settore industriale che per le nostre case.

Il tour si concentrerà sui processi di conversione dell'energia solare in energia termica, attraverso la descrizione delle diverse tecnologie di produzione. In questo contesto, i visitatori saranno guidati attraverso un percorso che presenta le strutture che consentono l’individuazione dei diversi componenti e la caratterizzazione delle loro prestazioni. I visitatori potranno visionare attrezzature e impianti utilizzati per qualificare e certificare queste tecnologie.

rodurre energia a bassa emissione di CO2, utili al contenimento dei cambiamenti climatici.

Radiazioni: fanno davvero così paura?

Quando si sente parlare di radioattività si associa sempre un senso di paura, talora di vero e proprio terrore, probabilmente in quanto è una minaccia che i nostri sensi non percepiscono ed è inevitabilmente associata nel nostro immaginario ad eventi spaventosi quali le conseguenze delle bombe atomiche lanciate a Hiroshima e Nagasaki alla fine della II Guerra mondiale o incidenti come quello di Cernobyl nel 1986 o di Fukushima più recentemente:

Per come viene presentata la radioattività appare inevitabilmente come una novità innaturale, come un mostruoso prodotto della scienza, dimenticando che in realtà essa è un fenomeno del tutto naturale, presente sulla Terra fin dalla sua origine e non ha certamente impedito sia il sorgere della vita che lo sviluppo degli esseri viventi, ma ha anzi giocato un ruolo essenziale nel mantenimento delle condizioni di abitabilità del pianeta e nell’evoluzione biologica.

Solo per il fatto di abitare sulla terra siamo immersi costantemente nelle radiazioni, in massima parte di origine naturale (raggi cosmici ed elementi radioattivi praticamente ubiquitari nella materia, sia inorganica che organica, corpo umano incluso) ed in parte assai inferiore prodotte da attività umane, attività alle quali peraltro sono nella gran parte dei casi associati considerevoli benefici fra cui non possiamo non citare, oltre alla produzione di energia, il fondamentale impiego in medicina, sia in campo diagnostico che terapeutico (TAC, PET, Medicina Nucleare), cosi come i numerosi utilizzi industriali e nel campo della ricerca scientifica.

Non sembra pertanto giustificato un eccessivo allarmismo quando si sente parlare delle radiazioni o della radioattività, anche perché come per tutti gli agenti fisici, chimici o biologici ai quali è associato un innegabile, potenziale pericolo, la conoscenza innanzitutto ed i conseguenti progressi tecnologici hanno permesso di mettere a punto procedure, tecniche analitiche e sistemi di controllo, che con un’accurata pianificazione, ci permettono non solo di verificare, ma anche di contenere enormemente il rischio, fin quasi ad azzerarlo, anche nelle pratiche potenzialmente più pericolose: la Radioprotezione è proprio la disciplina scientifica che si occupa di questo.

POSTER