Image

VISITA DEI LABORATORI

27 Settembre 2019, Cittadella della Ricerca, Brindisi
ore 17:00 - 19:00

E' CONSIGLIATA LA REGISTRAZIONE

Microscopia a ioni di Elio

Emanuela Pesce, Marilena Re

“Vedere gli atomi e la materia”

Verranno illustrate le potenzialità di alcune tecniche di microscopia e le loro capacità di sondare la materia. In particolare, verrà mostrato il Microscopio a ioni Elio, uno strumento sofisticato per la diagnosi dei materiali, che offre immagini dettagliate della morfologia superficiale del campione. Un repertorio di immagini acquisite su varie tipologie di materiali sarà presentato al visitatore.

Laboratorio Microscopio Elettronico a Scansione ad Emissione di Campo (SEM-FEG)

Laura Capodieci

Il microscopio elettronico a scansione è un potente strumento di indagine dei materiali come cristalli, nano-strutture, corpi anisotropi, fibre tessili, leghe metalliche, compositi, strutture naturali ed artificiali, microrganismi.

Durante la visita al laboratorio verranno illustrate le potenzialità della tecnica di indagine offrendo al visitatore la possibilità di fare un viaggio virtuale nel micro-mondo dei materiali attraverso la visione di immagini catturate col microscopio.

Nanotomografo

Fabio De Pascalis, Michele Nacucchi, Daniele Marseglia

“La TAC dei materiali”

La CT (tomografia computerizzata) è una tecnologia basata sui raggi X che consente di acquisire immagini delle strutture interne degli oggetti analizzati. Il suo impiego più comune e conosciuto è nel campo medico, ma oggi l’uso della tomografia è in espansione anche in diversi settori industriali e nello sviluppo e studio di nuovi materiali. Durante la visita del laboratorio verrà spiegato in modo semplice il principio di funzionamento della CT con qualche accenno alle tecniche di elaborazione delle immagini che consentono di estrarre informazioni dai tomogrammi ed ottenere ricostruzioni tridimensionali dei campioni sottoposti ad indagine radiografica.

 

Controlli Non-Distruttivi e Monitoraggi Microclimatici Indoor

Patrizia Aversa e Pasqua Lauriola

“Materiali naturali per l'edilizia sostenibile”

Applicazione di materiali sostenibili di origine animale, vegetale e minerale e/o scarti vegetali per l’edilizia sostenibile e per il benessere indoor. Studi sul comportamento termo-igrometrico in clima mediterraneo di un pacchetto murario.

Laboratorio sol-gel

Maria Cristina Ferrara, Saverio Mazzarelli

Descrizione del processo sol-gel, illustrazione attività e dimostrazione di modifica/attribuzione di nuove proprietà superficiali al vetro: super-idrofilia, idrofobicità, super-idrofobicità, conducibilità, antiriflesso, colorazione magenta tramite applicazione di strati di matrici di silice modificata con nano particelle di Au.

 

Laboratorio Polimeri

Claudia Massaro, Tommaso Marcianò, Roberto Terzi

“Bioplastiche e Processi di Riciclo di materiali polimerici”

Saranno illustrati i principali processi di produzione (compoundizzazione, trasformazione) di biopolimeri di origine naturale, e di riciclo di polimeri sintetici nell’ottica di una maggiore sostenibilità ambientale e dell’economia circolare.

Spettroscopia ottica

Maria Lucia Protopapa, Emiliano Burresi
Nicolò Pezzuto, Cristiano Diamante, Alessio Pezzuto
(Studenti ASL Liceo Scientifico “De Giorgi”, Lecce)

Saranno illustrati i principi alla base della spettroscopia infrarossa, spettrofotometria UV-VIS-NIR e spettroscopia di fotoluminescenza. Le potenzialità delle diverse tecniche di analisi verranno dimostrate eseguendo esperimenti su materiali in fase di studio nell’ambito di diversi progetti di ricerca.

Spettroscopia Raman

Martino Palmisano, Maria Lucia Protopapa
Martina De Paolis
(Studente ASL Liceo Scientifico “De Giorgi”, Lecce)

La spettroscopia Raman è una tecnica di analisi chimico-fisica dei materiali basata sul fenomeno di diffusione della luce monocromatica di un laser da parte del campione analizzato. E’ una tecnica adatta all’analisi di materiali in più forme (gas, liquidi e solidi) ed è in grado di fornire “l’impronta digitale” delle molecole. In particolare, verrà utilizzato il microscopio Raman per investigare, assieme ai visitatori, materiali di interesse nel settore dell’eco-sostenibilità quali ad esempio materiali a base grafenica e frammenti di celle fotovoltaiche da riciclare.

Laboratorio analisi termiche

Monica Schioppa

Verranno descritte le principali tecniche di termoanalisi e le loro applicazioni in alcuni settori strategici industriali come quello aeronautico, automotive, bioplastiche, recupero di rifiuti elettronici, edilizia sostenibile, ecc), grazie al coinvolgimento del laboratorio in numerose attività di ricerca.

 

Laboratorio Diffrattometria a Raggi X

Antonella Tagliente

Come studiare l’ordine atomico dei materiali

Durante la visita, verranno illustrate le potenzialità dei raggi X nello studio dei materiali cristallini e i concetti base della diffrazione. Inoltre, verrà illustrato il diffrattometro a raggi X Empyrean con l’ausilio di alcuni esempi di analisi su materiali ecosostenibili (fibre di canapa e cellulosa microcristallina). La presentazione è pensata per un pubblico generico.

 

LABORATORIO DI ELETTROSINTESI: Rivestimenti e Membrane

Daniela Carbone

Laboratorio di Elettrodeposizione (EPD)

L’EPD è una tecnica di deposizione molto versatile, semplice ed economica per produrre coating di diversi materiali su substrati conduttivi per applicazioni come strati protettivi anticorrosione e antiusura o a base di materiali attivi per applicazioni nel settore energetico, sensoristico, automobilistico.

Le particelle di un materiale, sospese all’interno di un opportuno solvente, vengono caricate elettricamente e forzate a muoversi sotto l’effetto di un campo elettrico verso un elettrodo su cui si raccolgono dando origine ad un deposito.

Attraverso lo studio dei parametri di processo e lo studio della soluzione è possibile il controllo dello spessore e della morfologia del coating anche su forme complesse.

Un EPD di successo richiede lo sviluppo di una sospensione stabile di particelle sospese in un adatto solvente con aggiunta di eventuali additivi che prevengano la formazione di flocculazione o decantazione e che garantiscano un’alta mobilità elettroforetica.

 

Laboratorio di Electrospinnig (ES):

L’ES è un processo di filatura chimica di polimeri di grande interesse scientifico ed industriale per la sua versatilità, basso costo e applicabilità in diversi settori come nella sensoristica, nel biomedicale, nei sistemi di filtrazione, nella realizzazione di indumenti protettivi, nella realizzazione di dispositivi elettronici (supercapacitori) etc.

E’ un processo mediante il quale un polimero di qualunque natura (naturale, sintetico) in soluzione o fuso può essere filato in filamenti continui di nanofibre con diametro variabile da qualche nanometro a pochi micron grazie ad un campo elettrico ad alto potenziale.

La soluzione polimerica è spinta all’interno di una siringa fino a raggiungere la punta dell’ago.

Un alto potenziale è applicato per creare un campo elettrico tra la punta dell’ago ed un collettore, tipicamente in alluminio, posto di fronte ad esso dove il filamento di polimero sarà attratto e solidificherà in forma di un tessuto non tessuto.

 

LABORATORIO DI SINTESI CHIMICA

Annagrazia Scalone

Sintesi di nanoparticelle attraverso l’uso di un reattore a microonde.
Attività svolta dagli studenti dell’I.I.S.S. “Del Prete Falcone” di Sava.

(Chianura Alessia,Monaco Giuseppe,D’Alessio Martina,Pichierri Lorenzo,Chiloiro Arianna).