AIR HERITAGE: CITTADINI&SCIENZIATI PER MIGLIORARE LA QUALITÀ DELL'ARIA

AIR HERITAGE: CITTADINI&SCIENZIATI PER MIGLIORARE LA QUALITÀ DELL'ARIA


REFERENTI: Saverio De Vito (), Grazia Fattoruso (), Elena Esposito (), Fabrizio Formisano (), Sergio Ferlito (), Antonio Del Giudice (), Ettore Massera ().

AREA ESPOSITIVA NON SOGGETTA A PRENOTAZIONE
PUBBLICO: GENERICO  - ORARIO: 15:00 – 22:00 - POSTI: ILLIMITATI

AI FINI DELLA REGISTRAZIONE PER L’ACCESSO AL CENTRO È POSSIBILE INVIARE MAIL ALL’INDIRIZZO: , CON OGGETTO:open day 2019” indicando nome, cognome e data di nascita

Al centro ricerche ENEA di Portici, la Notte della Ricerca vedrà tra i protagonisti la nostra MONICA (acronimo di MONItoraggio Cooperativo della qualità dell'Aria) e i cittadini porticesi.

Grazie a MONICA, il nostro sensore “annusa-smog”, dal 2020 i cittadini di Portici potranno contribuire all' analisi della qualità dell' aria passeggiando nelle vie della città, partecipando attivamente al progetto

AIR HERITAGE, l’unica proposta italiana a vincere il bando europeo “Azioni Urbane Innovative -2ndCall” sull’abbattimento delle emissioni inquinanti in città.

Attraverso l’utilizzo del sistema multisensore portatile per passeggini, scooter e zaini, i cittadini misureranno i livelli di qualità dell’aria e conosceranno la loro esposizione grazie ad un’apposita applicazione su smartphone e tablet. I dati “istantanei” sulla qualità dell’aria raccolti da MONICA saranno integrati con quelli delle centraline fisse dell’ARPAC, permettendo la creazione di mappe ad alta risoluzione spaziale e temporale per supportare il decisore politico.

Con un budget di 4,1 milioni di euro, questa iniziativa triennale “tutta italiana” prevede il coinvolgimento dei cittadini per migliorare il monitoraggio della qualità dell’aria sul territorio e predisporre misure ottimali di pianificazione urbana e di controllo del traffico.

Oltre al Comune come capofila e al Centro ENEA di Portici nel ruolo di coordinatore scientifico, il progetto “Air-Heritage” vede la partecipazione dell'Agenzia regionale protezione ambientale Campania (ARPAC), del Dipartimento di Agraria dell’Università di Napoli “Federico II”, di Legambiente Campania e della società milanese Terraria.

Gli studenti della V F del Liceo “Filippo Silvestri” di Portici, coinvolti in un progetto di Alternanza Scuola Lavoro con in Centro Ricerche di Portici, coadiuveranno i ricercatori ENEA nella presentazione dei contenuti.